Pubblicato il - 09 giu 2017

Ipoacusia grave, sport e prevenzione: le tecnologie per i portatori di handicap

Sabato 20 maggio alle ore 17.00, presso l’auditorium Caianiello ad Aversa, si è tenuto il convegno “Sport e Prevenzione” - organizzato dall’Associazione sportiva dilettantistica “Vivere Sano Athletic Club” con il patrocinio del comune di Aversa - al quale ha partecipato in qualità di esperto il dr Alberto Marino, audioprotesista di Biofonic.

La manifestazione si è svolta con l’intervento di una serie di professionisti (medici, nutrizionisti, fisioterapisti, preparatori atletici e audioprotesisti) che hanno sottolineato la capacità di prevenzione che ha una corretta alimentazione abbinata allo sport e ad uno stile di vita sano.

 

Ipoacusia grave, come le nuove tecnologie aumentano l’accessibilità allo sport

Una sessione del convegno è stata dedicata ai portatori di handicap e alle nuove possibilità di praticare sport, anche a livello agonistico, grazie ai presidi messi a disposizione dalla tecnologia che garantiscono a un numero di persone sempre più alto l'accesso alla pratica sportiva. Gli sport paralimpici, ad esempio, si sono ritagliati uno spazio sempre più significativo nell'interesse del pubblico e dei media. L'intervento del dr. Marino, esperto di disturbi dell’udito, ha evidenziato inoltre come persone affette da riduzione uditiva grave, come l’ipoacusia, possono praticare sport anche a livello agonistico come ha fatto David Smith (in foto), il pallavolista statunitense nato con un’ipoacusia grave che ha giocato in U.S.A. ed in Europa vincendo con la sua nazionale la Coppa del Mondo nel 2015.

Con gli impianti cocleari impermeabili, i pazienti ipoacusici possono affrontare anche lo sport agonistico

Le innovazioni nel campo dei disturbi dell’udito sono tali che oggi è possibile usufruire di impianti cocleari impermeabili che permettono ai pazienti ipoacusici, in questo caso con ipoacusia grave, di nuotare anche a livello agonistico potendo ascoltare i suggerimenti dell’allenatore e l’incitamento dei tifosi.

Hai domande? Scrivi all'esperto e ti risponderà in privato